Il Luna Park sarà aperto tutti i giorni a partire dalle 20, il sabato e la domenica dalle 16 e ha in programma per oggi “Paghi Uno e Prendi due”, poi lunedì 13 la “Festa della Donna” e il 20 ancora tutte le giostre a un solo euro. Per Ferragosto ovviamente grande attesa per lo spettacolo pirotecnico sul lago che vede la ditta Masciocchi di Venegono già al lavoro per presentare alcune novità. Quattro anni fa presentò, in collaborazione con la Protezione civile lavenese, un filo d'acciaio teso fra una sponda e l’altra del lago con le potenti gru della ditta Ossola e diede vita così a una gigantesca cascata argentata sul golfo: per quest’anno si lavora a un’altra sorpresa. Dopo che negli ultimi anni ci sono state serie difficoltà nel riuscire a realizzare l’ultracentenario evento, nel 2018 non ci sarà, come noto, il tradizionale “Ferragosto Lavenese” quello delle barche illuminate e a soggetto, e dei lumini galleggianti. A causa della mancanza di fondi, ma soprattutto a causa di leggi sempre più restrittive sulla sicurezza, si è ripiegato sulla “Festa di Mezza Estate”. Anche se manca ancora qualche fondo per mettere il “tetto” al progetto e qualche autorizzazione, soddisfazione per come sta andando avanti il progetto viene espressa dal presidente della Pro Loco Franco Liuzzo, che sottolinea che non solo gli amministratori del Comune stanno lavorando in sinergia con la Pro Loco, ma lo stesso vicesindaco Sabrina Paola Bevilacqua, e gli assessori Alvaro Reggiori e Nadia Marchetti, si sono persino autotassati per sostenere la riuscita del “progetto”. Per la riuscita della manifestazione si è scelta un’area controllata e circoscritta che è quella posta in fondo a Viale De Angeli Frua, dove un tempo sorgeva l’area della ex Ceramica lago e dove ora sorge l’Hotel Charme. Un’area presidiata con le opportune e richieste “vie di fuga” e dove saranno attuate le necessarie misure di sicurezza. Ingresso libero e solo un doveroso conteggio delle presenze.