dell’edizione 2012 che come già era avvenuto nel 2000, ha debuttato praticamente silente, ovvero senza le tradizionali musiche che accompagnano la festosa presenza del parco dei divertimenti (certo in questo senso sarebbe bello una sola colonna sonora, ma non sarebbe più il chiassoso Luna Park della tradizione. L’ordine del silenzio era legato a due diverse ordinanze comunali che chiedevano di non arrecare disturbo alla "quiete" pubblica cittadina e per lo stesso motivo era stato trasferito nel 2001 nell'area della ex Monterosa, denominata pomposamente per l’occasione l’ “Area delle Feste”, ma poi dal 2005 era tornato nuovamente nell'area del Gaggetto. I "mestieranti" del Luna Park mantengono cosi anche quest’anno con le loro iniziative una tradizione che dura da 57 anni. Ivan Claudi, uno dei protagonisti delle attrazioni lavenesi annuncia l’arrivo di una grande novità per Laveno la giostra della ditta Moruzzi Claudi, altezza a testa in giù quando gira m.27 (vedi foto). Come dimenticare la collaborazione del Comm.Claudi con la pro loco e l’organizzazione della Fiera di Laveno, cosi come nel giungere anno dopo anno a risanare l'area paludosa del Gaggetto che, come noto, riempita nel corso dei decenni anche dagli scarti delle allora fiorenti ceramiche industriali lavenesi, discarica che venne chiusa dal comune che si adoperò, sin dai tempi dell’allora sindaco Gennaro Arioli, nel riempire di terra l’area paludosa e risanarla con l’erezione del muro a lago. Terreno poi riscattato dalle precedenti amministrazioni comunali Trezzi-Ielmini al demanio. Anche per l’installazione del Luna Park, anno dopo anno si contribuì a spianare e riempire l’area del Gaggetto. Altro aneddoto era poi quello legato allo scomparso Comm.Claudi che prima di aprire il Luna Park, invitava sindaci e autorità civili e militari, sotto la pista dell’autoscontro per un pranzo conviviale. Una parte dei “carrozzoni” in diversi casi vere e proprie case viaggianti, saranno collocate nell’area posta a lato della ex Monterosa, poi una volta montate le nuove attrazioni e quelle tradizionali e superati i rigidi controlli e collaudi, il Luna Park lavenese che contribuisce da sempre alla realizzazione dello spettacolo pirotecnico del 15 agosto, aprirà al pubblico, si pensa nella serata di venerdì 3 agosto per rimanere nella cittadina lacustre sino a dopo ferragosto. (C.P.)