e alle varie iniziative. Poi alla vigilia di Natale si potrà assistere, con una folta presenza di pubblico alla suggestiva cerimonia della posa della statua del Gesù Bambino nel golfo lavenese. La manifestazione del Natale Lavenese, che con il suo presepio sommerso prese avvio nel Natale del 1975 (42 anni fa) quando un gruppo di amici con lo scomparso Davide Sironi, che vestito da zampognaro suonava la piva, si ritrovarono una prima volta alla vigilia della notte di Natale a Punta Granelli, una zona a lago posta appena fuori Laveno, in direzione di Castelveccana. Qui alcuni sommozzatori proprio nella notte di Natale, capitanati dal veterano sub Ovidio Garolla, con i fratelli Rossi, i Brunella, il presidente della Pro loco Marchesotti, dopo la benedizione del parroco, poco prima della messa di mezzanotte, posizionavano la statua del Cristo degli abissi nel lago, all’interno di una grotta naturale, per poi ritrovarsi insieme sulla spiaggia a scambiarsi gli auguri di un buon Natale e gustare una fetta di panettone . Una cerimonia suggestiva, ma per pochi intimi, che si decise di ampliare portandola in centro a Laveno in collaborazione e per iniziativa della stessa Pro. Si iniziò con poche statue poi via via aumentandone il numero, grazie soprattutto alla Pro Loco unitamente agli Amici del Presepio Sommerso. Grazie ad una indovinata illuminazione subacquea, i visitatori avranno la possibilità di vedere il presepe anche di notte dalla terrazza prospiciente il lago. Poco più al largo, di fronte al presepe verrà posto un albero decorato e illuminato, ancorato sul fondo tramite un cavo d'acciaio di circa 18-20 mt ; L'aggancio ad un argano consente all'albero di muoversi dentro e fuori l'acqua. Di fronte al presepe viene infine collocata anche una fontana luminosa. Vasto sarà poi il programma di iniziative che farà da cornice alla manifestazione che terminerà il giorno dell’epifania. Fra le tappe di questa manifestazione vi è da ricordare la grande pubblicità fatta dall’attore lavenese Renato Pozzetto, quando in compagnia di Cochi ne parlò in una delle seguitissime trasmissioni di “Canzonissima” Rai. Meno bella, ma che ebbe certamente una vasta eco, è stata poi la vicenda del trafugamento della statua del Gesù Bambino dalla ex serra di villa Frua, sede del municipio e dove ancora oggi le statue vengono custodite durante l’anno. Un furto avvenuto poco prima di Natale del 1994 che aveva messo in seria difficoltà gli “Amici del Presepio Sommerso” nel sostituire la statua originale con quella attuale, si perché la vera statua ancora oggi non è stata ritrovata. Resta il fatto che questo furto fece parecchio scalpore. Alla vigilia di Natale, con una suggestiva cerimonia, la statua di Gesù Bambino viene trasportato in processione dalla vicina Chiesa al Lago, affidata alle due coppie di sposi (di cui una è l'ultima coppia sposata nell'anno) che a loro volta la passeranno a un gruppo di sommozzatori. Mentre la statua raffigurante il Bambino viene deposta nella conchiglia che fa da culla sul fondale del lago, altri sommozzatori con una spettacolare fiaccolata faranno da corona al presepio e contemporaneamente ci sarà il falò sul lago che illumina il golfo mentre dalle gelide acque emergerà una luminosa stella cometa ed uno scintillante albero natalizio. Il programma natalizio 2017 è il seguente: Venerdì 8 dicembre alle ore 15 la prima iniziativa collaterale con il gruppo “Piva Rock Band”, che allieterà con musiche natalizie fra modernità e tradizione il lungo lago. Sabato 9 dicembre saranno di scena “I Parenti Stretti” che dalle ore 20,30 suoneranno musiche e faranno ascoltare canzoni rock/pop dagli anni sessanta ai giorni nostri. Domenica 10 dicembre alle ore 15 il Coro Gospel “Green Sister”, coro femminile che si esibirà sempre in piazza Caduti del Lavoro. Sabato 23 dicembre alle ore 15 l’arrivo di Babbo Natale dal Lago. Domenica 24 dicembre alle ore 22,30 la suggestiva posa della statua del Gesù Bambino, che giungerà dalla chiesa parrocchiale in processione con una fiaccolata. Martedì 26 dicembre pomeriggio di musiche e allegria. Sabato 6 gennaio ci sarà la festa dell’Epifania con i Campanari di Bergamo il falò sul lago della Befana e la presenza degli Arcieri del Bosco. Per tutta la durata della manifestazione ci saranno poi in esposizione e vendita i presepi dal mondo e la distribuzione di vin brulèe, cioccolata calda e panettone.