Come noto la pista sul lato di Laveno Mombello è posta su un terreno agricolo boschivo, che salvo deroghe non prevede quindi attività sportive. Il tracciato del resto si snoda solo per il 10% nel comune di Laveno mentre, il restante 90% è in territorio del comune commissariato di Sangiano. Una interpellanza è stata sottoscritta in questi giorni da diverse centinaia di appassionati, si parla di circa 600/700 firme raccolte in poco tempo e in questa si legge come il Moto Club: “Da 4 anni, grazie al duro lavoro di appassionati e amici dell’enduro, ha ripulito e reso percorribile lo storico tracciato di Laveno Mombello (interamente su area privata in comodato d’uso) chiuso dal 1993 sul quale si disputarono gare di Campionato Mondiale motocross. Da qualche anno l’utilizzo (ad uso esclusivo dei Soci con regolamento specifico), con moto da enduro in regola con il codice della strada e (quindi anche con le emissioni acustiche), ci ha permesso di autofinanziare la nostra attività, grazie anche agli sponsor. Abbiamo organizzato alcuni eventi di enduro, sempre nel rispetto delle regole, e moltissimi appassionati ci hanno sostenuto e apprezzato il nostro lavoro. A marzo 2016 Il comune di Laveno Mombello, diffida la nostra Società ad effettuare attività motoristiche in tale sito. Ora, quello che era, ed è ritornato ad essere un luogo di aggregazione, di amicizia, e di lavoro volontario per la sopravvivenza dell’Associazione, rischia di cessare di esistere; senza il sostegno dei Soci e senza qualche manifestazione, gli introiti che permettono la sopravvivenza verranno a mancare. La presenza di un tracciato ubicato in area ben definita, ci permette anche di “circoscrivere” l’uso di altri sentieri/ mulattiere avendo anche dal punto di vista della sicurezza, maggiore garanzie per tutti.” Pertanto si chiede al comune la stipula di una convenzione che permetta di utilizzare le aree in questione, per le attività sportive, rendendosi disponibili a trovare un accordo di orari, giorni e/o limitazioni per una convivenza pacifica con tutti e degli stessi giovani sportivi.