LAVENO MOMBELLO - 17.12.2013 - Vi è molta attesa sulle due sponde del lago Maggiore, per la messa in onda questa sera, in prima serata e domani sera, mercoledì 18 dicembre su Rai 1, della miniserie “Casa e bottega” che vede un gran numero di persone coinvolte come comparse nei filmati realizzati sia sul lago Maggiore che sul lago d'Ora con protagonisti Renato Pozzetto, Anna Galiena, Massimo Poggio, Marco Cocci, Stella Egitto e con la partecipazione di Sarah Maestri, Giampiero Judica, Marzia Ubaldi e Nino Frassica, per la regia di Luca Ribuoli. Una produzione quella di Rai Fiction – Alto Verbano srl che ha realizzato i filmati nei mesi di giugno-luglio del 2012. Sarà una indubbia pubblicità per il nostro lago ed in particolare per Laveno Mombello. dove sono state girate molte delle scene che appariranno questa sera sulla Rai. Immagini che saranno sicuramente un importante veicolo promozionale del nostro paese, del nostro lago.

Sono complessivamente un centinaio le comparse locali del Verbano che vi prendono parte direttamente, senza contare chi ha collaborato esternamente per la realizzazione dei filmati che per Laveno Mombello, a partire dallo stesso Comune di Laveno Mombello, hanno impegnato anche la locale protezione civile. In questa miniserie si narra le vicende di Mario Trezzi (Renato Pozzetto), titolare di un’azienda di intimo di Laveno Mombello. Sua moglie Teresa (Anna Galiena) gestisce invece un vivaio. A completare il quadretto familiare, le due bellissime figlie, Susanna (Stella Egitto) ed Emma (Cristina Marino) ed il secondo protagonista di "Casa e Bottega", Erminio (Nino Frassica), fratello di Teresa e autista senza patente del cognato. La fiction, racconta dell'azienda di Mario Trezzi (un cognome assai noto a Laveno Mombello) che è il titolare di un'azienda dove tutto sembra andar bene, finché la spietata concorrenza, soprattutto cinese, porta l’azienda sull’orlo del fallimento. Trezzi è così costretto a rivolgersi ad una finanziaria che si rivelerà essere una banda di usurai, e con il tempo Trezzi è costretto a chiudere l’azienda pignorata dalla banca e a vendere la villa di famiglia, sino ad arrivare sull'orlo del suicidio. Per fortuna la famiglia, capito il crollo psicologico del titolare, si stringerà attorno a lui, trovando nuovi modi per risollevare le sorti anche se in tempo di crisi. E, grazie anche all’appoggio del maresciallo dei carabinieri Marcello Berardi (Marco Cocci) - un tempo fidanzato della figlia maggiore, Susanna, l’ingegnere Trezzi troverà il coraggio necessario a riconquistare tutto: casa, azienda e stima dell’intero paese. Nel cast c'è anche la luinense Sarah Maestri, che interpreta una spietata donna d’affari, una bancaria ambiziosa e spregiudicata. A Laveno Mombello per prendere parte come comparsa in questo nuovo lavoro di Pozzetto, si sono presentate complessivamente oltre trecento persone. A Stresa quasi quattrocento, prevalentemente giovani curiosi, ma anche chi era in cerca di notorietà e di qualche euro, vista la crisi e la disoccupazione.